CHI SIAMO


Teatroinscatola
La sala teatrale è una scatola (montata in soli due giorni dalla ditta Boxylab di Terni)

Presidente: Elisabetta Longone.   Altro: Lorenzo Ciccarelli (www.lorenzociccarelli.it)
Un ringraziamento particolare per  la costruzione  della “scatola” va a Fabrizio D’Ovidio, Massimo Alessandrini e Alberto Giuliani;  a Danilo Facco e Ugo Vignola per la parte tecnica e ad Enzo Masci per il sito web. La foto della sala nella testata del sito è di A. Le Pera.

Scheda Tecnica: spazio con pianta libera, scena integrata nella sala. Il teatro non ha la  quarta parete ma può essere fornita su richiesta.

Domande frequenti:
1
E’ un’associazione culturale ?
Si, è necessario fare una tessera per partecipare alle attività
2
Avete i permessi ?
a)Articolo diciotto della Costituzione: -I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale. Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perseguono, anche indirettamente, scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare
b)L’associazione ha ottenuto il rilascio del “Nulla Osta Tecnico Sanitario”  e la valutazione positiva di “Impatto Acustico” ha un accatastamento “C1” (come richiesto dalle norme comunali che regolano le associazioni culturali)
“…L’attività di spettacolo svolta all’interno della Sede di Associazioni o Circoli privati, non è riconducibile alla fattispecie di pubblico spettacolo disciplinata dall’art.68 del T.U.L.P.S. Pertanto il Dipartimento IV non rilascia alcuna autorizzazione…
Si riportano di seguito alcuni atti amministrativi che hanno contribuito ad indicare le linee fondamentali di quella che possiamo definire essere la disciplina applicabile alle associazioni:
-nota prot. 15/PA del 6 maggio 1996 con la quale la Prefettura di Roma rendeva edotti del contenuto della circolare del Ministero degli Interni n. 8374 del 30 aprile 1996 con la quale veniva evidenziato, tra l’altro, che i circoli privati costituiscono una delle manifestazioni in cui si estrinseca la libertà di associazione (art 18 Costituzione)
-deliberazione n.4105 della Giunta Comunale del 26.11.1996 con la quale viene abolito sia il rilascio della “presa d’atto” ai circoli privati che la licenza di pubblico spettacolo, limitato ai soci, tutto ciò in ottemperanza al disposto della Corte Costituzionale che con sentenza n.56/1970 aveva dichiarato incostituzionale il citato art. 68 del T.U.L.P.S nella parte in cui prescriveva il rilascio di autorizzazione per l’apertura di circoli privati…. ”
3
Cosa c’era prima ?
Tra le altre cose i locali dove ci troviamo ospitarono, dal 1958-1959 agli anni ’80, lo studio d’arte Nuvolo,  presso il quale artisti quali Cagli, Guttuso, Mastroianni, Turcato, Fazzini realizzavano le trascrizioni serigrafiche dei loro lavori.
4
Da quanto tempo siete aperti ?
Dal 2004 (seminari corsi prove ..), dal dicembre 2007 è anche un piccolo teatro aperto ai soci.
5
E’ difficile trovare Lungotevere degli Artigiani ?
A Roma ci sono 43 strade denominate Lungotevere tra riva destra e sinistra perciò chiedendo informazioni genericamente come “Lungotevere” in effetti è difficile. Se invece si guarda lo stradario o la mappa (anche nel sito sotto la voce Info) la ricerca è molto più semplice. Da non confondere, come fanno spesso i ritardatari, con “Lungotevere degli Inventori” perchè Artigiani inizia con la A e prosegue con altre lettere.
6
Perche’ sui Tamburini delle edizioni locali di alcuni quotidiani non sempre ci siete ?
L’associazione pagava il servizio Agis (euro 310 periodo novembre/giugno per avere un accesso ad un sito www.tamburini.it) che però non garantiva l’inserimento…. i quotidiani   invece di fornire un servizio tamburini completo nella cronaca romana preferiscono, mettere annunci a pagine intere di prostitute o pubblicità del genere “sexy shop”, “vendita accappatoi” “compro oro” è una loro scelta editoriale e non possiamo farci nulla …(n.b. prendono milioni di euro di sovvenzioni pubbliche)
7
Posso avere un OMAGGIO ?
L’associazione non ha nessuna sovvenzione  perciò non chiedeteci “un omaggio”.